Site header

Giro musicale in VR

Provate un viaggio in realtà virtuale sul tema „Vienna, città della musica“ al Time Travel. Immergetevi nella storia della musica viennese con gli occhiali VR. In linea con le ultime tendenze del mercato della realtà virtuale, vi aspetta un’esperienza spaziale a 360°. Venite con noi in un’incursione dalla musica classica, accompagnata da coppie di valzer, alle canzoni tipiche di Heurigen e alla musica pop moderna. Incontrate dal vivo i grandiosi geni musicali Mozart, Beethoven e „Rock me Amadeus“ – Falco.

Il valzer viennese

Un tempo considerato malvagio, il valzer viennese è diventato patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO dal settembre 2017. Il valzer viennese ha una lunga tradizione ed è una parte importante dei circa 450 balli viennesi . Rende una serata di palla lunga davvero completa.

Tradizionalmente, il WienerOperaball si apre con un valzer della mano sinistra. Girare in tre-quattro tempi, a destra o a sinistra, è qualcosa di tipicamente „viennese“ e non si celebra come a Vienna. È inoltre consuetudine iniziare con un valzer i matrimoni e le occasioni di festa.

Come si balla il valzer viennese?

Il valzer viennese deriva dalla parola walzen, che significa girare e macinare. Fu costruito nell’ultimo quarto del XVIII secolo. nella regione bavarese-austriaca. È una danza in tre-quattro tempi per coppie singole e come forma preliminare può essere chiamata „ländlerische Tanzen“. Il ballerino e la ballerina rimbalzano e girano continuamente.

È un ballo sociale e da sala in tempo 3/4, ballato a un ritmo di 58-60 battiti al minuto. In confronto, esiste anche il valzer lento (valzer inglese). Il valzer viennese (precedentemente chiamato valzer francese) è stato menzionato per la prima volta nel 1770 in vecchie commedie popolari viennesi ed era già conosciuto prima della Rivoluzione francese. Ha sostituito il minuetto aristocratico come danza sociale definitiva.

All’inizio, il valzer è stato talvolta criticato pesantemente perché immorale, perché ballato troppo velocemente e in modo troppo stretto. Il Valzer della Sinistra , in particolare, era inizialmente disapprovato nei cosiddetti „circoli migliori“ a causa della lascivia , soprattutto per il contatto intimo delle coppie.

Questo ha anche a che fare con il fatto che le signore hanno improvvisamente mostrato le caviglie mentre ballavano. Le donne erano anche allacciate strettamente e alcune sono svenute subito a causa delle rapide oscillazioni.

Il Congresso di Vienna e l'epoca Biedermeier

Nel 1814/15 , il Congresso di Vienna rese il valzer un evento sociale e fu spesso ballato. Dopo le guerre napoleoniche, l’Europa fu ripristinata nelle sue strutture precedenti e i negoziati si svolsero a Vienna. Naturalmente, non c’è stata solo la negoziazione, ma soprattutto un sacco di valzer . Non per niente è nato il famoso detto „Il Congresso balla, ma non si muove“ .

Nell‘ epoca Biedermeier , Vienna divenne definitivamente la metropoli europea del valzer. Il valzer viennese si è guadagnato consenso e popolarità.

Il padre di Johann Strauss fondò la dinastia Strauss e compose soprattutto valzer. Tuttavia, è più conosciuto per la sua musica da marcia, come la famosa Marcia di Radetzky, un tributo al generale Radetzky. Joseph Lanner, insieme a Johann Strauss Vater , è considerato il fondatore del valzer viennese.

In seguito, i figli di Strauss, Johann, Josef ed Eduard , portarono il valzer alla sua massima perfezione . Le tournée di concerti lo hanno portato fino in America. Johann Strauss Sohn (1825-1899) è passato alla storia come il „re del valzer“. Le sue tournée lo hanno portato fino in Russia e persino in America.

La sua opera più famosa è il Valzer del Danubio, eseguito per la prima volta al Dianabad nel febbraio 1867. La versione originale di nove minuti del Valzer del Danubio non dovrebbe mancare in nessun Capodanno. Questo è il modo tradizionale di danzare verso il nuovo anno a Vienna. Il Valzer del Danubio è in programma anche al Concerto di Capodanno ed è considerato l‘ inno non ufficiale dell’Austria.

Vr music ride
Vr music ride

La cultura del ballo viennese

Verso la fine del XIX secolo, il valzer era sempre al centro dell‘operetta viennese. La tecnica del valzer è nata inizialmente dalla tecnica del balletto e si è sviluppata da un movimento rotatorio molto veloce fino all’attuale forma di danza piuttosto fluttuante.

Il valzer viennese classico viene ballato ancora oggi con una curva a sinistra ed è considerato il più „viennese“ di tutti i balli. Il valzer viennese viene ballato come una delle cinque danze standard nei tornei standard di tutto il mondo. Occupa inoltre una posizione speciale su palle e ridotte. Il valzer può certamente essere definito uno sport di danza, in quanto non è poco faticoso.

Dal 2010, la cultura del ballo viennese fa parte del patrimonio culturale immateriale dell’Austria. L‘origine risale alla monarchia , dove si doveva osservare una certa etichetta nel processo. Oltre a determinati codici di abbigliamento, questo include anche l‘apertura, la donazione delle signore e l‘intermezzo di mezzanotte, nonché il finale del ballo. Questa tradizione non è sopravvissuta solo in Austria, ma ha avuto un’influenza significativa sullo stile di altri balli in Europa.

I balli speciali a Vienna sono lo Zuckerbäckerball, il Philharmonikerball o il Kaffeesiederball, solo per citarne alcuni. La stagione dei balli raggiunge il suo culmine con il Ballo dell’Opera di Vienna, che si tiene tradizionalmente l’ultimo giovedì prima del Mercoledì delle Ceneri. Con il Ballo dell’Opera si conclude la stagione dei balli a Vienna, fino a quando l’anno prossimo sarà di nuovo „Alles Walzer“.

Vr music ride
Vr music ride

Dopo la morte improvvisa del padre per scarlattina, avvenuta nel 1849 all‘età di soli 45 anni, il figlio fu in grado di rilevare l‘orchestra del padre. Solo nel 1852 a Johann Strauss Sohn fu affidata l’esecuzione di musica alla corte imperiale. Successivamente ha assunto il titolo di k.k.Hofballmusik-Direktor.

L‘operetta „Fledermaus“ e lo „Zingaro Barone“ crearono ulteriore clamore. È stato sommerso di inviti e onori come Re del Valzer. Durante il giorno componeva innumerevoli valzer e operette e la sera suonava fino a notte fonda. È diventato famoso in tutto il mondo per il Valzer del Danubio, considerato l‘inno segreto dell’Austria.

L’enorme carico di lavoro di Strauss si fece sentire: i crolli fisici resero necessaria una serie di soggiorni termali negli anni 1853-55. Si ispirò a Badgastein e poi trascorse alcune stagioni come ospite a Pavlosk, vicino a San Pietroburgo, dove riuscì a conquistare anche la famiglia dello zar russo. Furono le esibizioni a Pavlovsk a permettere al figlio di Strauss di uscire dall‘ombra del padre a Vienna.

Nel 1862 sposò Henriette, detta Jetty, un’ex cantante di sette anni più grande che divenne anche la sua manager. Dopo la morte di lei, nel 1878, sposò l’attrice e cantante Ernestine Dittrich, detta Lili, di 25 anni più giovane . Tuttavia, presto divorziarono a causa di un altro uomo. Si consolò con Adele Strauss, più giovane di 31 anni. Per poterla sposare, si convertì dal cattolicesimo al protestantesimo e lasciò persino lo Stato austriaco per diventare cittadino di Sassonia-Coburgo-Gotha.

Mozart und strauss

Nel 1862 sposò Henriette, detta Jetty, un’ex cantante di sette anni più grande che divenne anche la sua manager. Dopo la morte di lei, nel 1878, sposò l’attrice e cantante Ernestine Dittrich, detta Lili, di 25 anni più giovane . Tuttavia, presto divorziarono a causa di un altro uomo. Si consolò con Adele Strauss, più giovane di 31 anni. Per poterla sposare, si convertì dal cattolicesimo al protestantesimo e lasciò persino lo Stato austriaco per diventare cittadino di Sassonia-Coburgo-Gotha.

Nel 1872 intraprese la sua più lunga tournée di concerti, che lo portò oltreoceano al „World Peace Festival“ di Boston e poi a New York . Tuttavia, soffrì presto la nostalgia di casa e fu felice di poter tornare a esibirsi come ospite a Vienna.

Morì di polmonite il 3 giugno 1899 all’età di 74 anni. Si è sposato tre volte e non ha lasciato figli.

Il suo monumento nello Stadtpark è uno dei più fotografati di Vienna e possiamo visitare la sua tomba d’onore al Cimitero Centrale. Inoltre, è possibile visitare la sua antica residenza in Praterstraße, dove compose il famoso Valzer del Danubio. Inoltre, nel 9° distretto si trova un interessante museo sulla dinastia Strauss.

Die habsburger show
Allarme raid aereo in
Rifugio antiaereo