Site header

Volo Fiaker

Infine, sedetevi in un’accogliente carrozza e volate indietro nel presente con l’onirico Fiaker Ride.

Wiener fiaker ride
Esplorate Vienna dall’alto e godetevi le fantastiche vedute dell’Hofburg, della Cattedrale di Santo Stefano, del Castello di Schönbrunn e del Prater di Vienna. Godetevi il nuovo Fiakerride con effetti laser e mappatura 3D. Sperimentate i fuochi d’artificio alla fine del vostro viaggio nel tempo al Time Travel. La splendida vista su Vienna è unica e conferma che Vienna è una delle città più vivibili al mondo.

Comprare un biglietto
Wiener fiaker ride

A Vienna si possono ripercorrere circa 300 anni di storia delle carrozze a nolo. Ciò che le gondole sono per Venezia, i Fiaker sono per Vienna. La carrozza a noleggio è composta da tre parti: Cavalli, carrozza e autista.

Il termine Fiaker deriva originariamente dal francese, poiché la prima stazione di noleggio di carrozze si trovava in Rue de Saint Fiacre a Parigi. Il primo utilizzo è stato fatto da un mercante già nel 1662. Tuttavia, il loro nome deriva dal monaco irlandese Fiacrius, la cui immagine si trovava sulla parete esterna della locanda locale. San Fiacrio ricevette il patrocinio celeste su questa nuova professione.

A Vienna, la prima licenza per carrozze a pagamento fu rilasciata circa 30 anni dopo. Nel XIX secolo a Vienna c’erano già circa 1.000 carrozze a nolo. Dalla prima guerra mondiale, le carrozze a nolo vengono noleggiate a Vienna soprattutto per le visite della città, per le visite al Prater (popolare per le cresime) e per le occasioni speciali (ad esempio i matrimoni).

Wiener fiaker ride

I primi cocchieri donna esistono dal 1984. I prezzi dei tour sono stabiliti dalla città di Vienna e anche l‘abito tradizionale è regolato dalla legge. Dal 1998, a Vienna è necessario sostenere l’esame di abilitazione alla guida per poter iniziare il servizio come conducente di veicoli a noleggio.

Oggi a Vienna ci sono circa 40 compagnie di carrozze a nolo con 200 carrozze a nolo. Molte di queste carrozze hanno ormai più di 100 anni.

Tra le circa 40 specialità di caffè viennesi c’è anche un caffè Fiaker. Si tratta di una bevanda composta per metà da caffè nero e per metà da panna montata e rifinita con rum.

Il Fiakergulasch è un piatto popolare viennese. Il Fiaker è ed è stato cantato in numerose canzoni viennesi.

Esplorate Vienna dall’alto e godetevi le fantastiche vedute dell’Hofburg, della Cattedrale di Santo Stefano, dello SchlossSchönbrunn e del Prater di Vienna. Godetevi il nuovo Fiakerride con effetti laser e mappatura 3D. Sperimentate i fuochi d’artificio alla fine del vostro viaggio nel tempo al Time Travel. La splendida vista su Vienna è unica e conferma che Vienna è una delle città più vivibili al mondo.

Fiaker e Vienna oggi

A Vienna si possono ripercorrere circa 300 anni di storia delle carrozze a nolo. Ciò che le gondole sono per Venezia, i Fiaker sono per Vienna. La carrozza a noleggio è composta da tre parti: Cavalli, carrozza e autista.

Il termine Fiaker deriva originariamente dal francese, poiché la prima stazione di noleggio di carrozze si trovava in Rue de Saint Fiacre a Parigi. Il primo utilizzo è stato fatto da un mercante già nel 1662. Tuttavia, il loro nome deriva dal monaco irlandese Fiacrius, la cui immagine si trovava sulla parete esterna della locanda locale. San Fiacrio ricevette il patrocinio celeste su questa nuova professione.

A Vienna, la prima licenza per carrozze a pagamento fu rilasciata circa 30 anni dopo. Nel XIX secolo a Vienna c’erano già circa 1.000 carrozze a nolo. A partire dalla Prima Guerra Mondiale, le carrozze a nolo vengono noleggiate a Vienna principalmente per le visite della città, per le visite al Prater (popolare per le cresime) e per le occasioni speciali (ad esempio i matrimoni).

I primi cocchieri donna esistono dal 1984. I prezzi dei tour sono stabiliti dalla città di Vienna e anche l‘abito tradizionale è regolato dalla legge. Dal 1998, a Vienna è necessario sostenere l’esame di abilitazione alla guida per poter iniziare il servizio come conducente di veicoli a noleggio. Oggi a Vienna ci sono circa 40 compagnie di carrozze a nolo con 200 carrozze a nolo. Molte di queste carrozze hanno ormai più di 100 anni. Tra le circa 40 specialità di caffè viennesi c’è anche un caffè Fiaker. Si tratta di una bevanda composta per metà da caffè nero e per metà da panna montata e rifinita con rum. Il Fiakergulasch è un piatto popolare viennese. Il Fiaker è ed è stato cantato in numerose canzoni viennesi.

Il Trattato di Stato

Il Trattato sullo Stato austriaco fu firmato nella Sala dei Marmi del Palazzo Belvedere il 15 maggio 1955 , dopo 10 anni di occupazione (1945-55). Si trattava di ripristinare un’Austria libera, indipendente e democratica. La neutralità era un importante criterio di negoziazione. Leopold Figl e Julius Raab erano i politici coinvolti. Leopold Figl, allora Ministro degli Esteri , fu uno dei firmatari del Trattato di Stato, insieme ai rispettivi Ministri degli Esteri e Alti Commissari delle quattro potenze occupanti. Figl è noto per le sue famose parole: „L’Austria è libera“.

Fu firmato dai rispettivi Ministri degli Esteri e Alti Commissari delle potenze vincitrici: Molotov e Ilyichov per l’Unione Sovietica, Macmillan e Wallinger per la Gran Bretagna, Dulles e Thompson per gli Stati Uniti e Pinay e Lalouette per la Francia. Leopold Figl firmato in inchiostro verde .

È interessante che l‘originale del Trattato di Stato sia conservato a Mosca e non a Vienna. Il documento comprende quasi 300 pagine con traduzioni in russo, inglese, francese e tedesco. Si trova negli archivi del Ministero degli Esteri russo a Mosca. Di volta in volta, il documento viene esposto in Austria.

Besetztes wien
Besetztes wien

Capitale dell'Austria

Con poco meno di 1,9 milioni di abitanti, Vienna è la capitale dell’Austria e anche uno dei nove Stati federali austriaci.

Intorno al 1900, Vienna contava già più di 2 milioni di abitanti, il che la rendeva la quinta città più grande del mondo. All’epoca Vienna era la residenza imperiale ed era considerata il centro culturale e politico dell’Europa.

Dal punto di vista architettonico, Vienna è ancora caratterizzata soprattutto dagli edifici intorno alla Ringstrasse del periodo guglielmino, ma anche dagli stili barocco e Art Nouveau. L’Hofburg è stata la residenza imperiale per oltre 640 anni ed è uno dei più grandi complessi edilizi del mondo.

Oggi l’Hofburg è la sede del Presidente federale e del Cancelliere federale. Qui si trovano circa 15 musei e un moderno centro congressi che attira molti ospiti dall’estero. Questo era già avvenuto al Congresso di Vienna del 1814/15, dove Vienna ha svolto un ruolo significativo nella diplomazia internazionale che è sopravvissuto fino ad oggi.

Il centro storico di Vienna e il Castello di Schönbrunn sono Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Vienna è associata alla musica classica. L’Opera di Stato di Vienna è uno dei teatri d’opera più importanti e belli del mondo.

Vienna è una città verde, dato che quasi il 50% dell’area è una zona verde. Anche il Prater, il polmone verde di Vienna, svolge un ruolo importante. Qui si trova la Ruota panoramica, uno dei simboli di Vienna, accanto alla Cattedrale di Santo Stefano. Vienna è considerata una città con uno standard di vita molto elevato e negli ultimi anni si è costantemente classificata come la città con la migliore qualità di vita al mondo.

Dopo la morte improvvisa del padre per scarlattina, avvenuta nel 1849 all‘età di soli 45 anni, il figlio fu in grado di rilevare l‘orchestra del padre. Solo nel 1852 a Johann Strauss Sohn fu affidata l’esecuzione di musica alla corte imperiale. Successivamente ha assunto il titolo di k.k.Hofballmusik-Direktor.

L‘operetta „Fledermaus“ e lo „Zingaro Barone“ crearono ulteriore clamore. È stato sommerso di inviti e onori come Re del Valzer. Durante il giorno componeva innumerevoli valzer e operette e la sera suonava fino a notte fonda. È diventato famoso in tutto il mondo per il Valzer del Danubio, considerato l‘inno segreto dell’Austria.

L’enorme carico di lavoro di Strauss si fece sentire: i crolli fisici resero necessaria una serie di soggiorni termali negli anni 1853-55. Si ispirò a Badgastein e poi trascorse alcune stagioni come ospite a Pavlosk, vicino a San Pietroburgo, dove riuscì a conquistare anche la famiglia dello zar russo. Furono le esibizioni a Pavlovsk a permettere al figlio di Strauss di uscire dall‘ombra del padre a Vienna.

Nel 1862 sposò Henriette, detta Jetty, un’ex cantante di sette anni più grande che divenne anche la sua manager. Dopo la morte di lei, nel 1878, sposò l’attrice e cantante Ernestine Dittrich, detta Lili, di 25 anni più giovane . Tuttavia, presto divorziarono a causa di un altro uomo. Si consolò con Adele Strauss, più giovane di 31 anni. Per poterla sposare, si convertì dal cattolicesimo al protestantesimo e lasciò persino lo Stato austriaco per diventare cittadino di Sassonia-Coburgo-Gotha.

Mozart und strauss

Nel 1862 sposò Henriette, detta Jetty, un’ex cantante di sette anni più grande che divenne anche la sua manager. Dopo la morte di lei, nel 1878, sposò l’attrice e cantante Ernestine Dittrich, detta Lili, di 25 anni più giovane . Tuttavia, presto divorziarono a causa di un altro uomo. Si consolò con Adele Strauss, più giovane di 31 anni. Per poterla sposare, si convertì dal cattolicesimo al protestantesimo e lasciò persino lo Stato austriaco per diventare cittadino di Sassonia-Coburgo-Gotha.

Nel 1872 intraprese la sua più lunga tournée di concerti, che lo portò oltreoceano al „World Peace Festival“ di Boston e poi a New York . Tuttavia, soffrì presto la nostalgia di casa e fu felice di poter tornare a esibirsi come ospite a Vienna.

Morì di polmonite il 3 giugno 1899 all’età di 74 anni. Si è sposato tre volte e non ha lasciato figli.

Il suo monumento nello Stadtpark è uno dei più fotografati di Vienna e possiamo visitare la sua tomba d’onore al Cimitero Centrale. Inoltre, è possibile visitare la sua antica residenza in Praterstraße, dove compose il famoso Valzer del Danubio. Inoltre, nel 9° distretto si trova un interessante museo sulla dinastia Strauss.