Chi erano i fratelli dell’imperatrice Elisabetta?

Geschwister kaiserin elisabeth

Alcuni dei fratelli di Sisi avevano nomi buffi: Ludwig (chiamato Louis), Helene (chiamata Nené), Carl Theodor (chiamato Gackel), Marie, Mathilde (chiamata Spatz), Sophie e il piccolo Max Emanuel (chiamato Mapperl).

Elisabetta era la terzogenita di otto figli del matrimonio tra la principessa Maria Ludovica (1808-1892) e il duca Massimiliano di Baviera (1808-1888). I genitori non hanno condotto un matrimonio modello, il padre ha avuto diversi figli illegittimi.

Il fratello maggiore era Ludwig Wilhelm duca di Baviera (1831-1920), che rinunciò ai suoi diritti di primogenito a favore di un’attrice borghese di nome Henriette Mendl. Ebbe successo militare fino al grado di generale di cavalleria . Sua figlia Marie Louise Mendl è passata alla storia come Marie Louise von Larisch-Wallersee. Sapeva di più sulla tragedia di Mayerling.

Elisabetta ebbe per tutta la vita uno stretto rapporto con la sorella maggiore Helene (1834-1890), detta Néné. Nonostante lo scandalo di Bad Ischl, quando l’imperatore Francesco Giuseppe scelse la giovane Sisi come sua futura moglie. Néné pensava di essere destinata a questo.

All’età di 22 anni, Helene sposò anche il principe ereditario Maximilian Anton von Thurn und Taxis . Probabilmente è stato un buon matrimonio, a differenza delle sorelle minori. Purtroppo il matrimonio non durò a lungo, perché Massimiliano morì per una grave malattia ai reni all’età di soli 35 anni. Ebbero quattro figli, di cui lei assunse la tutela. Helene morì all’età di 56 anni per una malattia addominale.

Elisabetta è cresciuta insieme alla sorella Helene, detta Néné, di tre anni e mezzo più grande. La governante era una donna inglese che si occupò delle ragazze per quattro anni. Quanto sia stato formativo questo periodo è dimostrato dal fatto che le duchesse hanno usato l’inglese come lingua segreta fino alla fine della loro vita. Nonostante l’imbarazzo per la scelta della sposa, Helene rimase una stretta confidente di Sisi per tutta la vita. Ha sempre avuto un’influenza positiva sulla sorella minore, anche nei momenti difficili.

Sisi aveva un rapporto speciale con il fratello minore Carl Theodor (1839-1909) . Quest’ultimo divenne in seguito un noto oftalmologo . Ha fondato la clinica oculistica privata Herzog Carl Theodor a Monaco di Baviera e ha eseguito circa 5.000 interventi di cataratta.

La sorella minore di Elisabetta, Sophie (1847-1897), visse solo 50 anni ed ebbe una vita fatale. All’inizio ebbe diversi pretendenti, tra cui il duca Philipp del Württemberg, il principe Luigi del Portogallo e Ludwig Viktor d’Austria, che però era omosessuale. Anche suo cugino e amico d’infanzia Ludovico II fu considerato un candidato, ma il fidanzamento fu rotto da lui.

Sposata con Ferdinando di Alecon, nipote dell’ultimo re di Francia, visse in esilio in Inghilterra, dove Sophie non si trovò molto bene. Sophie ebbe un figlio e poco dopo si trasferirono in Francia. Sophie iniziò a soffrire di depressione e finì in un ospedale psichiatrico, da cui uscì sette mesi dopo come guarita. Morì tragicamente durante un incendio a Parigi.

 

Un’altra sorella minore di Elisabetta fu Maria Sofia Amalia, duchessa di Baviera (1841-1925) . Fu l’ultima regina delle Due Sicilie per matrimonio con il principe ereditario Francesco, il cui padre era il re Ferdinando II. Morì presto e suo figlio Francesco era in linea di principio incapace di governare. Gli eventi di quel periodo la costrinsero a fuggire dal regno in declino per andare in esilio aRoma nel 1861. Marie suscitava sempre scalpore e provocazioni. Nel 1862 diede segretamente alla luce una figlia, che diede in adozione. Più tardi confessò questo passo falso al marito. Era in competizione con Sisi, soprattutto nell’equitazione. I due non andavano molto d’accordo.

La sorella più giovane era la duchessa Mathilde Ludovika di Baviera (1843-1925) . Andava molto d’accordo con Maria Sofia, che era sposata con il conte Ludwig von Trani, fratello minore del re delle due Sicilie. Il matrimonio era infelice e lei si separò da lui. A causa della sua voce stridula, Mathilde veniva chiamata “passerotto”.

Il fratello più giovane era Massimiliano Emanuele di Baviera (1849-1893), che si dedicò all’esercito e morì per una grave emorragia gastrica all’età relativamente giovane di 44 anni.

Suggerimento per il viaggio nel tempo: nel Sisi-Mseum è possibile conoscere meglio la vita dell’imperatrice Elisabetta e dei suoi fratelli.

Per saperne di più: Museo di Sisi – Hofburg di Vienna (hofburg-wien.at)

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo post

Altri contributi

Pest in wien
Parassiti a Vienna

Parassiti a Vienna

Il termine “peste” era originariamente usato per descrivere qualsiasi malattia di carattere epidemico e letale. È quindi molto difficile, nei primi anni di vita, distinguere

Per saperne di più "

Information on data protection
We use technologies such as cookies, LocalStorage, etc. to customize your browsing experience, to personalize content and ads, to provide social media features, and to analyze traffic to our website. We also share information about how our site is used with our social media, advertising and analytics partners. Our partners may combine this information with other data that you have provided to them or that you have collected as part of using the Services (incl. US providers). You can find more information about the use of your data in our data protection declaration.

data protection
This website uses cookies so that we can offer you the best possible user experience. You can find more information about the use of your data in our data protection declaration.

Strictly Necessary Cookies
Strictly Necessary Cookie should be enabled at all times so that we can save your preferences for cookie settings.

Marketing & Statistics
This website uses Google Analytics to collect anonymous information such as the number of visitors to the site and the most popular pages. Leave this cookie enabled helps us to improve our website.

Google Tag Manager
This is a tag management system. Using the Google Tag Manager, tags can be integrated centrally via a user interface. Tags are small pieces of code that represent activitiescan track. Script codes from other tools are integrated via the Google Tag Manager. The Tag Manager makes it possible to control when a specific tag is triggered.